Fuga del Bove a Montefalco

La Fuga del Bove č una manifestazione tradizionale che si tiene nella cittadina umbra di Montefalco, si tratta id una manifestazione che nasce con lo scopo di rievocare un'antica tradizione medievale e rinascimentale, che vuole riportare in vita una festa popolare risalente al XVII secolo.

Storicamente il Bove, era un toro che veniva lasciato libero lungo le vie del paese e veniva cacciato della gente del posto, le sue carni venivano poi divise tra tutta la popolazione e consumate, per tradizione, nel giorno di Natale.

Protagonisti della festa sono oggi i rappresentanti dei 4 rioni cittadini che, seguendo l'antica divisione della cittā, sono individuati in:

  • San Bartolomeo
  • San Fortunato
  • Sant'Agostino
  • San Francesco


Questi quattro rioni si affrontano l'un l'altro in una gara di velocitā in un percorso ad ostacoli e quello che riuscirā ad ottenere il risultato migliore porterā la vittoria al suo quartiere, vittoria simboleggiata da un palio dipinto da un artista locale, la manifestazione prevede inoltre un ulteriore premio, quello del Falco d'Oro, che viene assegnato in seguito ad altre 4 gare: Gara degli Sbandieratori, Tiro con la Balestra, Staffetta e Gara dei Tamburini.

La festa vera e propria č anticipata inoltre da un meraviglioso corteo in abiti d'epoca medievali e rinascimentali, al quale partecipano oltre 400 figuranti, gli abiti sono rigorosamente fedeli a quelli del passato e sono realizzati traendo ispirazione dagli affreschi e dai dipinti che sono presenti nella cittadina.